1260
Nella guerra dei Fiorentini e Lucchesi contro Siena, i due castelli di Casole e Mensano furono presi a patti di guerra da Firenze.
09/1261
Per la vittoria Senese a Montaperti contro i Fiorentini, Siena riconquistò Mensano e vi fece edificare una Rocca, con tre torrini, esistenti ancora, dei quali uno appartenente alla Parrocchia.
14/02/1266
Siena requisiva per atto pubblico ai Mensanesi il terreno per costruirvi il Cassaro che deve essere nell’attuale casa parrocchiale, indicandolo i poderosi muri di cinta e l’antistante torrino.
1277
Il popolo di Mensano ebbe dalla Signoria di Siena il privilegio di cittadini senesi
1310
Mensano ebbe un Vicario senese con giurisdizione su tutta la Montagnola senese fino a Badiaisole.
1356
La pieve di Mensano aveva 4 filiali: S. Maria, S. Biagio, S. Andrea a Sermena e S. Tommaso a Querceto.
1369
Carlo IV di Luxemburgo, con 300 cavalieri mal vestiti, venne per far quattrini, a "traversare l’Italia sopra un ronzino fra gente disarmata, quasi un mercante, cui premeva di arrivare alla fiera". Fra le altre repubbliche venne anche a Siena tentandovi una sollevazione. Capitano del popolo era Matteio de ventura da Mensano. Questi, fatto suonare la campana della torre e armati i cittadini senesi, in pochi giorni scacciò i tedeschi.